“UNA VIGLIACCATA AUMENTARE LA TARIFFA DEL SERVIZIO TAXI PER PERSONE DISABILI PENALIZZANDO CHI È GIÀ IN CONDIZIONI DI DISAGIO”

martedì 29 Gennaio 2019


“UNA VIGLIACCATA AUMENTARE LA TARIFFA DEL SERVIZIO TAXI PER PERSONE DISABILI PENALIZZANDO CHI È GIÀ IN CONDIZIONI DI DISAGIO”
Bari: mobilità discutibile tra marciapiedi e svincoli. Se da un lato si regalano i buoni da 250 euro per comprare le biciclette, dall’altro si aumenta il costo dei taxi per le persone con disabilità"
 
“È una vigliaccata, non solo per l’atto perpetrato, ma per aver avuto il coraggio di scaricare la responsabilità su altri”. Michele Caradonna, consigliere comunale di Bari, commenta così la modifica alla normativa per accedere al servizio taxi da parte delle persone con disabilità, dopo le dichiarazioni dell’assessore Bottalico riportate dalla Gazzetta del Mezzogiorno, domenica 27 gennaio 2019, in cui si dà notizia dell’aumento delle tariffe perché le richieste sono aumentate.
 
"E' evidente che per l'amministrazione comunale il fatto che le richieste siano aumentate, rappresenti un peso, e non un successo dell'iniziativa. Utilizzare il servizio taxi per un disabile significa potersi muovere in parziale autonomia, soprattutto per raggiungere i servizi sanitari il più delle volte, e nei tempi utili, senza magari dover uscire di casa molto tempo prima del necessario, (che per alcune patologie è fattore che provoca grave difficoltà) per il semplice fatto di dover poi perderne molto altro per trovare area di parcheggio adeguata e in prossimità della destinazione, che sappiano essere a Bari un problema non di poco conto. Anche incentivare l'utilizzo dei taxi può essere annoverato nelle buone pratiche di rinnovo della mobilità urbana, nell'obiettivo di ridurre il traffico, ma il punto di vista delle persone con disabilità fatica ad entrare nella testa di questi amministratori."
 
In sostanza – evidenzia Caradonna rispetto a quanto dichiarato da Bottalico – il tetto del reddito annuo per accedere alla gratuità passa da 7000 euro a 3000 euro, e si riduce notevolmente il numero delle corse a disposizione. In poche parole si raddoppiano i costi”.
 
“Un buon amministratore – prosegue Caradonna – dovrebbe offrire a tutti l’opportunità di accedere al diritto alla mobilità, invece questa amministrazione, non riuscendo a garantire il servizio, aumenta il costo a carico dei cittadini già in condizioni di disagio”.
 
“Equità e diritto alla mobilità – incalza Caradonna – di cui tanto il sindaco va vantandosi da anni, sono chimere per i cittadini di Bari, altro che priorità. L’ingegnere-sindaco, esperto di viabilità, dimentica che l’accessibilità alla libera circolazione deve rendere autonome anche le persone con disabilità che ogni giorno devono lottare per muoversi sul territorio senza gravare su altri. E lui cosa fa? Fa cassa sui disabili e regala agli altri buoni da 250 euro per comprare la bicicletta nuova ed hanno il coraggio di dichiarare che ci sono i tagli alle risorse”.
“Tra l’altro – aggiunge Caradonna – per chi lo avesse dimenticato, viviamo in una città con marciapiedi rotti, molti sono senza scivoli, e quelli con gli scivoli, fatti così male che si allagano quando piove. Mi chiedo: ma la persona disabile per andare in giro per la città cosa deve fare?”.
 
“Atti e scelte politiche scellerate – conclude Caradonna – dalle quali prendo le distanze. Per me il significato di integrazione è ben altro ed è evidente che io e il sindaco utilizziamo due vocabolari diversi”.

INTERROGAZIONI E SEGNALAZIONI CONSILIARI


Interrogazione – Segnalazione numero 513
CARADONNA: “UNA VIGLIACCATA AUMENTARE LA TARIFFA DEL SERVIZIO TAXI PER PERSONE DISABILI PENALIZZANDO CHI È GIÀ IN CONDIZIONI DI DISAGIO”
Richiesta presentata il 29 GEN 2019     Nessuna risposta ricevuta
Vuoi leggere la documentazione completa? >> compila la richiesta

RASSEGNA STAMPA


CARADONNA: “UNA VIGLIACCATA AUMENTARE LA TARIFFA DEL SERVIZIO TAXI PER...
CARADONNA: “UNA VIGLIACCATA AUMENTARE LA TARIFFA DEL SERVIZIO TAXI PER...
CARADONNA: “UNA VIGLIACCATA AUMENTARE LA TARIFFA DEL SERVIZIO TAXI PER...

LEGGI ANCHE LE NOTIZIE PRECEDENTI
E SUCCESSIVE DEL MEDESIMO ARGOMENTO




RICEVI GLI AGGIORNAMENTI VIA MAIL
Accetto la Privacy Policy
RICEVI GLI AGGIORNAMENTI SU WHATSAPP
Accetto la Privacy Policy
Web Made in Italy