BARI, DEGRADO NELLE PIAZZE STORICHE: “BASTA CON BIVACCHI E ACCATTONAGGIO DEI DELINQUENTI”.

giovedì 21 Giugno 2018

BARI, DEGRADO NELLE PIAZZE STORICHE: “BASTA CON BIVACCHI E ACCATTONAGGIO DEI DELINQUENTI”.

Pronta un’ordinanza per il sindaco: “Deve solo firmare”

Il consigliere comunale Michele Caradonna (Fratelli d’Italia), insieme ad altri consiglieri di centrodestra ha proposto al sindaco Decaro un’ordinanza da approvare contro il degrado: “Le piazze storiche sono abbandonate e prese d’assalto per bivacchi e accattonaggio, un problema per la sicurezza. I cittadini diventano prigionieri in casa costretti ai domiciliari”.

Piazza Umberto, piazza Cesare Battisti, piazza Moro ed altre realtà soffrono il degrado prodotto da bivacchi, accattonaggio, comportamenti contrari alla legge e sciatteria. Il consigliere comunale Michele Caradonna (Fratelli d’Italia) insieme ad altri consiglieri di centro destra dicono basta, raccogliendo l’esasperazione dei residenti della zona ma anche dei passanti e dei turisti.

“Numerose – fanno sapere nell’ordinanza – sono le segnalazioni pervenute alla sala operativa del Comando di Polizia Locale per l’effettivo verificarsi, con regolare frequenza, di comportamenti contrati alla legge e al senso civico che sovente sfociano in veri e propri atti, espliciti o sottintesi, di intimidazione ai residenti del quartiere”.

“In particolare – prosegue l’ordinanza – alcune aree vengono sottoposte più o meno stabilmente, anche in orario notturno con conseguente disturbo del sonno e della quiete, con atteggiamenti di molestia ai passanti, turisti e residenti, consumazione di cibi, alcolici e bevande da asporto e conseguente abbandono di rifiuti, nonché bivacco in spazi e aree pubbliche, vociando con toni da arrecare disturbo al sonno delle persone”.

“Tutto ciò – commenta Michele Caradonna – comporta un problema di sicurezza, una limitazione alla libertà di movimento delle persone, di salute e quiete pubblica oltre che di igiene. E poi non possiamo tralasciare l’aspetto patrimoniale se si considerano i danni arrecati al patrimonio pubblico, al decoro urbano e all’ambiente. Chi paga? Sempre i cittadini, che oltre al danno devono sopportare pure la beffa di sentirsi prigionieri in casa”.

Da qui l’esigenza di prevedere una serie di divieti: no ai fuochi d’artificio e ai petardi, no ai cani senza guinzaglio e museruola, divieto di calpestare le aiuole, divieto di bagnarsi nelle fontane, divieto di abbandonare rifiuti fuori dagli appositi contenitori ma pure di rovistare nei cassonetti, divieto di bivaccare o dormire, divieto di schiamazzare e di percorrere le piazze con veicoli a motore. Insomma una ‘Tolleranza zero’ con tanto di sanzioni per il tempo necessario.

“Per questo – prosegue Caradonna – abbiamo presentato un’ordinanza al sindaco Decaro. Bisogna riportare la sicurezza nelle nostre piazze e nei giardini – conclude – garantendola a famiglie, bambini, anziani e a tutti”.

INTERROGAZIONI E SEGNALAZIONI CONSILIARI


Interrogazione – Segnalazione numero 392
BARI, DEGRADO NELLE PIAZZE STORICHE: “BASTA CON BIVACCHI E ACCATTONAGGIO DEI DELINQUENTI”.
Richiesta presentata il 21 GIU 2018     Nessuna risposta ricevuta
Sintesi richiesta:

Il consigliere Caradonna, insieme ad altri colleghi del centrodestra, ha presentato un’ordinanza contro il degrado nelle piazze storiche di Bari per consentire il ripristino della sicurezza per i cittadini. Stop a bivacchi, schiamazzi e accattonaggio. 

Sintesi risposta: (pervenuta 0 giorni dopo)

Nessuna risposta è stata ricevuta da parte del Sindaco o della giunta

Vuoi leggere la documentazione completa? >> compila la richiesta


GLI INTERVENTI IN COMUNE SUDDIVISI PER AREE TEMATICHE




RICEVI GLI AGGIORNAMENTI VIA MAIL
Accetto la Privacy Policy
RICEVI GLI AGGIORNAMENTI SU WHATSAPP
Accetto la Privacy Policy
Web Made in Italy